PROGRAMMAZIONE SETTIMANALE
Da Giovedì 20 a Mercoledì 26 FEBBRAIO 2020

GIOVEDI’

VENERDI’

SABATO

DOMENICA

LUNEDI’

MARTEDI’

MERCOLEDI’

16,30

SALA RISERVATA

PARASITE

PARASITE

PARASITE

PARASITE

PARASITE

PARASITE

19,00

SALA RISERVATA

MEMORIE DI UN ASSASSINO

MEMORIE DI UN ASSASSINO

MEMORIE DI UN ASSASSINO

MEMORIE DI UN ASSASSINO

MEMORIE DI UN ASSASSINO

MEMORIE DI UN ASSASSINO

21,30

MEMORIE DI UN ASSASSINO

PARASITE

PARASITE

PARASITE

‘FELLINI100’
LA DOLCE VITA

PARASITE

PARASITE

In Dettaglio…


BIGLIETTERIA OnLineAcquista OnLine

Giovedì 20*,

Venerdì 21,

Sabato 22,

Domenica 23,

Lunedì 24**,

Martedì 25

e Mercoledì 26 FEBBRAIO

 



I NOSTRI FILM DELLA SETTIMANA

1°FILM

PARASITE

di Bong Joon-ho

 

 


Il film ha ottenuto 6 candidature e vinto 4 Premi Oscar
miglior film
miglior film straniero
miglior regia
miglior sceneggiatura

 

Una famiglia coreana viene sconvolta da un traumatico evento.

 

Ki-woo vive in un modesto appartamento sotto il livello della strada. La presenza dei genitori, Ki-taek e Chung-sook, e della sorella Ki-jung rende le condizioni abitative difficoltose, ma l'affetto familiare li unisce nonostante tutto. Insieme si prodigano in lavoretti umili per sbarcare il lunario, senza una vera e propria strategia ma sempre con orgoglio e una punta di furbizia. La svolta arriva con un amico di Ki-woo, che offre al ragazzo l'opportunità di sostituirlo come insegnante d'inglese per la figlia di una famiglia ricca: il lavoro è ben pagato, e la villa del signor Park, dirigente di un'azienda informatica, è un capolavoro architettonico. Ki-woo ne è talmente entusiasta che, parlando con la signora Park dei disegni del figlio più piccolo, intravede un'opportunità da cogliere al volo, creando un'identità segreta per la sorella Ki-jung come insegnante di educazione artistica e insinuandosi ancor più in profondità nella vita degli ignari sconosciuti.

Genere: Drammatico

Durata: 132 minuti


Interpreti:

Song Kang-ho,

Lee Sun-kyun,

Yeo-jeong Jo,

Choi Woo-Sik

 

Spettacoli  Ore:

…16.30

…21.30

 

*ESCLUSO Giovedì 20
  Lunedì 24 SOLO ore 16.30

 

 

APPROFONDIMENTOScheda OnLine ACQUISTA IL BIGLIETTO OnLine

2°FILM

 

MEMORIE DI UN ASSASSINO

di Bong Joon-ho

 

 


In un piccolo villaggio, nel 1986, viene trovata una giovane donna brutalmente assassinata. Lo spettro di un assassino seriale fa sprofondare l'intera regione nel terrore.

 

Gyeonggi, 1986. Il cadavere di una ragazza violentata scatena le indagini dell'inadeguata polizia locale, intenta più a cercare un capro espiatorio che a trovare il vero colpevole. Gli omicidi si susseguono inarrestabili e un ispettore arriva da Seoul per fare luce sul mistero. Il volto di Song Kang-ho, uno dei migliori attori della sua generazione, guarda in camera attonito e si rivolge direttamente a noi, smarriti e confusi, pieni di "perché". Come è possibile che l'uomo possa compiere atti simili? O forse, se una nazione intera vive all'insegna della violenza e dell'ingiustizia, quanto avviene non è che una naturale conseguenza?

Genere: Poliziesco

Durata: 129 minuti


Interpreti:

Song Kang-ho,

Sang-kyung Kim,

Roe-ha Kim,

 

  Spettacolo Unico  Ore 19.00

*Giovedì 20 SOLO ore 21.30

 

 

APPROFONDIMENTOScheda OnLine ACQUISTA IL BIGLIETTO OnLine

Lunedì 24 FEBBRAIO

 

Bellarmino Eventi


‘FELLINI100’ – LA DOLCE VITA

 

 


 APPUNTAMENTO


LA DOLCE VITA, Italia-Francia/1960


di Federico Fellini (180’)  


“Fellini si propone di realizzare la radiografia della mutazione di un’epoca. Di raccontare la vita così come la rappresentano i nuovi media e, nel costruire il racconto, si appropria, per molti episodi, degli scoop dei fotoreporter. L’episodio di Anita nella fontana era stato fotografato da Pierluigi Praturlon nel ’58, mentre Tazio Secchiaroli, il re dei fotoreporter di via Veneto, sempre nel ’58 aveva fotografato lo spogliarello di Aiché Nanà in un locale notturno alla moda. La dolce vita è, programmaticamente, una lettura esatta della mediatizzazione del paese, quasi un saggio sulla manipolazione dell’informazione e dell’immagine... L’Italia non si è ancora liberata di nessuno dei suoi fantasmi, il cammino verso la modernità è ancora lungo e tortuoso”. (Gian Luca Farinelli)

Spettacolo Unico Ore 21.30

 

 

ACQUISTA IL BIGLIETTO OnLine
Comunicato importante
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Maggiori Informazioni

OK
Comunicato importante